Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
sabato 29 aprile 2017 ..::  Radiotelegrafia » T. R. McElroy's story ::..   Login
Navigazione Sito

Theodore Roosevelt McElroy, il campione rimasto imbattuto

 

Theodore Roosevelt

 

 

McELROY

 

 

 - W1JYN -


 

Campione del Mondo di telegrafia

 

 

T.R. McElroy

 

Il campione


Theodore “Ted” Roosevelt McElroy nacque nel Settembre 1901 a Boston, Mass.. Iniziò la carriera nel mondo telegrafico già a 14 anni quando venne assunto come fattorino dalla Western Union. A 15 anni divenne uno degli operatori telegrafici della stessa compagnia. A partire dai 21 anni si cimentò nelle gare di ricezione portando i record a valori mai visti prima. Iniziò nel 1922 con 51.5 WPM e nello stesso anno lo migliorò con 56.5 WPM. Nel 1933 fu battuto ma già nel marzo del 1935 durante una dimostrazione giunse a ricevere e battere a macchina ben 77 WPM. Nel settembre dello stesso anno si riprese il titolo di campione del mondo con 69 WPM (vedi foto in apertura). Nel 1939 fece registrare il fantastico record ufficiale di 75.2 WPM, rimasto imbattuto da allora. Ma secondo testimoni e documenti non ufficiali, in alcune manifestazioni ARRL egli raggiunse poi la velocità di ben 83 WPM!

 

Articolo de "The Asheville Times" - 3 Luglio 1939

 

Le competizioni di ricezione telegrafica e contemporanea battitura a macchina non si tennerò più ma sono passate alla storia le spavalde e improvvise “pause” di McElroy; durante le gare era solito fermarsi, chiedere una birra, un bicchiere d'acqua oppure accendersi un sigaro, interrompendo la battitura.

Egli poi, come se nulla fosse, riprendeva la scrittura a macchina senza aver perso neppure un carattere della trasmissione che, nel frattempo, non si era mai interrotta…e questo lo faceva a velocità di 60-70 WPM ! Semplicemente geniale....

 

 

Il key maker

 

 

McElroy iniziò a costruire i primi tasti telegrafici, i mitici “Mac Key”, nella sua abitazione di Boston. Era l’autunno del 1934. L'impostazione era con il telaio "a T". Successivamente, con la crescita del business, fondò la sua compagnia e mise in piedi uno stabilimento vero e proprio con diversi collaboratori. Il design dei suoi bug cambio nel 1940-41 con l'introduzione del modello P-500. Ma nonostante gli impegni produttivi, Ted non si perdeva mai nessuna manifestazione dove fosse prevista una gara di telegrafia, anzi vi partecipava assiduamente reclamizzando i suoi prodotti e offrendo spesso la sua sponsorizzazione. Molti di questi eventi erano organizzati dai Radio Club locali oppure dalla stessa ARRL alla quale McElroy era molto legato (i suoi prodotti erano pubblicizzati su QST). Egli stesso divenne radioamatore nel 1936 con il nominativo W1JYN. A Ted piaceva molto bere e quando seppe che il suo nominativo aveva JYN come suffisso disse “Mah…avrei preferito GYN !!”. La produzione continuava a gonfie vele e i suoi prodotti erano pubblicizzati sulle migliori riviste dell’epoca, sopratutto QST. I suoi clienti erano sia i telegrafisti di professione che i radioamatori. Alla fine del 1941 McElroy aveva prodotto circa 20 versioni diverse di tasti semi automatici e diversi tipi di tasti verticali.

 

 

Il Business man

 

Su incarico dell’U.S. Army, Ted produsse anche oscillatori, trasmettitori automatici e apparati per l’apprendimento della telegrafia. Il grosso della sua produzione fu infatti dedicato alle forze armate. Grazie alle commesse militari giunte dopo il 1941, Ted guadagnò milioni di dollari.

 

 

 

Ma nonostante i suoi bugs fossero molto apprezzati dai telegrafisti della US NAVY (al punto che molti RT li acquistarono privatamente), solo una piccola fornitura di 250 pezzi fu ordinata dalla marina americana nel 1936. 

 


 

I bug McElroy nella mia collezione

 

McElroy "Mac Key" del 1936

 

McElroy "Mac Key" del 1938, versione "Standard"

 

McElroy "Mac Key" del 1939, versione "Standard"

 

Stupendo McElroy "Mac Key" del 1938, versione "De Luxe" (finitura in "marble")

 

McElroy "Mac Key" del 1938, versione "De Luxe" ma con finitura cromata "aftermarket"



McElroy P-500 del 1941

 

McElroy S-600 "tear drop" del 1941

 

 

Targhetta McElroy 1941 - 1945

 


 

McElroy divenne comunque un uomo d’affari e si permise anche di acquistare una Rolls & Royce. Ma alla fine del secondo conflitto mondiale, con la cessazione delle forniture militari, iniziò il suo declino finanziario.

 

Il declino

 

Per un breve periodo nel 1945 si imbarcò come ufficiale RT su una nave mercantile. Alla fine del 1955 vendette la sua compagnia e si mise a lavorare per altre piccole realtà produttive del ramo elettronico, tra le quali la McElroy Electronics Corporation del figlio Jack.

 

Ted McElroy negli anni '50

 

Nel 1958 iniziò la professione di rappresentante di commercio per la Saratoga Industries, una fiorente fabbrica di trasformatori. Saltuariamente continuò a dare dimostrazioni del suo straordinario talento telegrafico nelle varie manifestazioni organizzate dalla ARRL, ma l'era delle competizioni era ormai al tramonto. Si interessò brevemente anche di politica locale. Morì nel novembre 1963 per un attacco di cuore e riposa da allora nel Calvary Cemetery di Boston.

McElroy fù un personaggio unico nel suo genere, un talento telegrafico eccezionale, un businessman capace. I fantastici semiautomatici che Ted ha ideato e costruito sono ancora testimoni della sua genialità; mi onoro di possederne alcuni, quelli mostrati in questa pagina dedicata a McElroy.

Il suo mito gli sopravvive ancora, quasi 50 anni dopo la sua scomparsa, e lo farà per sempre.

 

IIØTRM

Nell’estate scorsa mi sono deciso a onorare la memoria di Ted McElroy attraverso l’attivazione di un nominativo speciale. Credo infatti che nulla possa onorare un grande campione della telegrafia come McElroy meglio di una “CW activity week” sulle gamme amatoriali. Ho quindi richiesto il nominativo speciale IIØTRM (Teddy Roosevelt McElroy). Da subito il caro Giuliano I1SAF, Segretario INORC, ha voluto sostenere la mia causa cercando e ottenendo la sponsorizzazione INORC. Voglio quindi ringraziare Giuliano e tutto il CD INORC per la sponsorizzazione della QSL. Con un po’ di fantasia e l’aiuto di Ottavio IK1PML per la parte grafica, ho disegnato la QSL che doveva essere molto rappresentativa del grande McElroy. Con il permesso di Tom French, autore del libro su McElroy, ho riprodotto sulla cartolina una bella foto di Ted ripresa proprio dal suo libro biografico. Tom stesso ha poi gentilmente rivisto il testo in inglese del retro cartolina. Dai primi di settembre ho quindi iniziato a diffondere la notizia dell’attività tramite i canali più idonei, ovvero internet e le riviste specializzate. Le newletters più lette e i bollettini DX più diffusi ne hanno dato ampio risalto. La stessa ARRL ha pubblicato subito la notizia nel calendario Events e nelle DX NEWS. Su QRZ.COM ho allestito un’apposita pagina informativa. Solo Radio Rivista non ha pubblicato nulla....

Per le operazioni radio ho coinvolto invece alcuni volenterosi amici, che si sono prodigati insieme a me per un’intera settimana cercando di dare a tutti la possibilità di collegare IIØTRM.I membri INORC Lino - IZØDDD, Patrizio - IK5TSZ e Raoul - IKØLZR mi hanno dato una grossa mano, dedicando molto del loro tempo libero all’attività e facendo centinaia di QSO. Grazie di cuore! Dal 16 al 22 Novembre, compreso il nostro amato Contest INORC, la stazione commemorativa ha imperversato nell’etere raccogliendo oltre 1.100 QSO con tutto il Mondo. Sui DX Clusters siamo stati segnalati molte volte. Ho ricevuto diverse email da OM americani entusiasti dell’iniziativa dedicata al loro illustre connazionale. Ovviamente a tutti è stata inviata la QSL via bureau, ma ho ricevuto molte richieste QSL dirette. Che dire, un bel divertimento, un impegno notevole ma anche la grande soddisfazione di aver reso onore a un grande campione della telegrafia. E non dimentichiamo che sulla QSL c’è il logo INORC, primo Club telegrafisti al Mondo ad aver ricordato la figura di Ted McElroy.

 

 

 

Fabio Bonucci, IK0IXI - KF1B

 

Copyright (c)   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation