Hledat English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
28. listopadu 2020 ..::  Recensioni » Tasto GHD GT-501A ::..   Přihlásit se
Navigace stránek

TASTO TELEGRAFICO GHD GT-501A

 

GHD GT-501A

 

 

 

 

IL TASTO VERTICALE "HI-RISE"

 

&

 

MANIPOLAZIONE GIAPPONESE

 

 


 


 

La mia passione per il Giappone e per la radiotelegrafia mi hanno portato ad intraprendere una ricerca su tutto ciò che il Paese del Sol Levante ha prodotto e produce ancora oggi per il mondo del CW.

La prima esperienza assoluta risale agli anni '80 e fu un tasto Hi-Mound HK-706 acquistato per 85.000 Lire presso un negozio molto noto dalle parti (allora) di Porta Pia in Roma. L'esperienza, o meglio la disavventura, fu disastrosa: il tasto, scoprii molti anni dopo, era destinato al mercato americano e aveva quindi un profilo basso e un pomello piatto. Per questo motivo non sono mai riuscito a farci una buona trasmissione. Con il tempo ho imparato a trasmettere un pò con tutto, ma i tasti di quel genere mi hanno sempre causato un certo disagio.

Dopo molti anni, grazie a internet e all'e-commerce, ho impattato di nuovo nei tasti giapponesi. Stavolta il secondo strumento è stato un bug della Hi-Mound mod. BK-100. Stante la sua semplicità costruttiva, si è rivelato un buon tasto semiautomatico.

Tornando ai verticali, girando su internet ho trovato alcuni anni orsono il mitico JRC KY-3A e quì le cose hanno iniziato ad andare per il verso giusto. Finalmente un tasto professionale HI-RISE, ovvero con il pomello alto circa 8 cm dal piano e una meccanica seria, da lavoro. Con questo tasto ho iniziato ad apprezzare i pomelli "a fungo", piuttosto alti rispetto al piano e la  manipolazione senza gomito in appoggio con tutti i vantaggi da essa derivanti. Successivamente ho reperito un Maizuru Type 2 della Marina Imperiale Giapponese (WWII). Molto simile al JRC, con questo tasto ho potuto apprezzare anche la tradizione che esso rappresenta in seno al mondo della telegrafia nipponica.

Passando di nuovo alla Hi-Mound, nella primavera 2019 ho preso in UK un tasto HK-702. Grazie a questo strumento ho rivalutato molto la qualità dei tasti prodotti da questa casa. Mi sono infatti reso conto che a causa della limitata importazione dei prodotti Hi-Mound nel nostro Paese, ci siamo persi tutta la migliore produzione di questo marchio e l'unico "poveraccio" sul quale abbiamo messo le mani è stato lo "sfigato" HK-706, con i limiti di cui sopra....Finalmente il HK-702 mi ha fatto ricredere su questa importante casa giapponese e ne ho apprezzato tutte le qualità. E' un tasto HI-RISE con una solida base in marmo e pomello a fungo. Piuttosto economico e (oggi) di discreta reperibilità.

Arrivando all'oggetto di questa pagina, recentemente (Luglio 2019) sono riuscito a mettere le mani sul Tasto HI-RISE più prestigioso: il GHD GT-501A. La casa GHD, fondata da Toshihiko Ujiie JA7GHD, produce da moltissimi anni bellissimi tasti telegrafici, verticali, bug, side swiper, monopala e paddles, ma in Europa sono arrivati finora solo pochissimi esemplari. Infatti la fabbrica GHD vende solo in Giappone e l'unico rivenditore per il resto del mondo si trova in USA. Attualmente il GT-501A costa ben 550 Dollari USA, ai quali bisogna aggiungere le spese di spedizione e la nostra Dogana. Per questo motivo da noi in Europa non è affatto economico entrare in possesso di un tasto GHD e questo ne limita la diffusione. Però grazie ad alcuni amici JA che mi hanno indirizzato bene, sono riuscito a trovare un esemplare di GT-501A praticamente nuovo ad un prezzo molto interessante. Me lo sono fatto spedire direttamente da Tokyo e nel giro di una settimana era nelle mie mani.

 

 

Il GT-501A della GHD in copertina su CQ Ham Radio - Marzo 2004

 

UN CAPOLAVORO


Il GT-501A è realizzato in acciaio e ottone cromato che gli conferiscono una robustezza e un'estetica fantastica, caratteristiche comuni a tutta la produzione GHD.  Anche il peso di ben 1.6 kg conferisce al tasto una stabilità eccellente. Il GT-501A ha il movimento su cuscinetti aeronautici sigillati che assicurano un funzionamento perfetto, eterno e senza alcun bisogno di essere lubrificati periodicamente.

 

 

 

 

Cosa esclusiva per questo tasto è la presenza di un nonio (testina micrometrica) della famosa fabbrica di strumenti di precisione Mitutoyo. Il modello impiegato nel GT-501A è il 148-201 che permette di regolare il GAP (larghezza del contatto) con una precisione di un centesimo di millimetro (!).

 

 

Il nonio Mitutoyo 148-201 di serie sul GT-501A

 

Il nonio funge da regolatore di fine corsa ed è ubicato, rispetto al fulcro, alla stessa esatta distanza che intercorre tra questo e il perno del contatto. Le posizioni del nonio e del contatto sono quindi speculari rispetto al fulcro e servono a fare in modo che l'apertura del contatto (GAP) venga letta in modo preciso e lineare dal nonio posto dalla parte opposta del fulcro. La testina micrometrica misura (per simmetria) l'apertura del contatto con una precisione di 1 centesimo di millimetro. Praticamente si può apprezzare anche meno del centesimo, ma la cosa più importante non è la misura assoluta bensì la possibilità di posizionare il contatto sempre esattamente nella stessa posizione dopo ogni spostamento. Quest'ultimo è il vero punto di forza offerto dalla presenza della testina micrometrica che, altrimenti, non avrebbe un gran senso.

Il pomello "Knob & Skirt" consente un'ottima presa e può essere avvitato in due posizioni diverse a seconda delle preferenze dell'operatore. A tale scopo sulla leva sono presenti due fori filettati M4.

 

Il tasto GHD GT-501A risulta perfetto sotto ogni punto di vista e nell'uso restituisce una manipolazione pulita, elastica quanto basta e molto riposante. Dopo molti anni e non so quanti tasti telegrafici acquistati, credo di aver finalmente tra le mani il miglior tasto verticale di questo genere mai costruito. Possedere ma soprattutto usare il GHD GT-501A mi ripaga di tutto il tempo dedicato alla sua ricerca e alla spesa sostenuta.

 

 

 

La piccola sede della GHD a Tomiya, nord di Sendai (Miyagi - Japan)

 

 

 

Toshihiko Ujiie - JA7GHD, fondatore della GHD Telegraph Key


 

 

 

 Montaggio dei tasti presso la GHD

 

 

 



 


73 Fabio, IK0IXI

FOC - JARL A1 CLUB - KCJ Keymen's Club of Japan
 

 

S&T Data
Quick Links
Copyright (c)   Podmínky používání  Prohlášení o soukromí
DotNetNuke® is copyright 2002-2020 by DotNetNuke Corporation